News

04/12/2017

SICUREZZA 2017: APPUNTI DAL DIARIO DI BORDO

L’emergenza legata al terrorismo ha messo al centro la domanda di security, tra videocamere intelligenti, sistemi biometrici di controllo accessi e difese passive a prova di assalto. Ma il settore cresce stimolato da una richiesta sempre più generalizzata: così, molte aziende hanno presentato soluzioni contestualizzate, con ambienti domestici smart o vere e proprie “città sicure” riprodotte nello stand, per tecnologie ormai inscindibili dal contesto di applicazione. E mentre la cyber security diviene strumento indispensabile per garantire l’efficienza di sistemi complessi, sempre più utilizzi ricoprono i droni, in servizio per qualsiasi  missione di monitoraggio o soccorso.

Tre giorni di manifestazione hanno sottolineato alcuni temi importanti, che fotografano il settore in un momento ricco di opportunità, con la security sempre meno settore di nicchia, ma risorsa tecnologica ampiamente diffusa in ogni contesto.

L’emergenza terrorismo ha portato, per esempio, alla ribalta l’importanza di una rete di security in grado di identificare individui sospetti e, soprattutto, arginare tentativi di attacco come quelli che hanno turbato la serenità di numerose città europee negli ultimi mesi: le aziende si sono dimostrate pronte, grazie a soluzioni tecnologiche all’avanguardia, come telecamere intelligenti in grado di identificare autonomamente situazioni anomale all’interno di ambienti affollati, ma anche barriere antitraffico particolarmente resistenti, in grado di bloccare materialmente un camion in corsa.

Ma, accanto alla security come sistema di “difesa” dal terrorismo a SICUREZZA si è dato molto spazio alle tecnologie in grado di migliorare lo stile di vita di ogni giorno, garantendo maggiore efficacia ed efficienza: così, ecco citofoni utilizzabili da remoto, serrature intelligenti o biometriche, sistemi di gestione delle automazioni della casa integrati con la security e capaci di reagire a tentativi di intrusione o effrazione, soluzioni per il traffico cittadino e telecamere intelligenti in grado di rilevare i comportamenti dei clienti in un negozio rileggendoli a fine di marketing. Interessante la scelta di molte aziende di non presentare le proprie tecnologie “nude”, ma di contestualizzarle, realizzando nei propri spazi espositivi scenari anche complessi per simulare situazioni o ambienti per i quali queste soluzioni sono state pensate. L’integrazione non è poi solo un obiettivo teorico: le aziende hanno presentato soluzioni già collegate ad altri sistemi, oppure integrabili facilmente. Sarà sempre più semplice, così, creare reti complesse di monitoraggio di ambiti con tecnologie separate ma in grado di dialogare tra loro.

La cyber security è stata al centro di varie proposte espositive, affermandosi come uno strumento necessario per rendere davvero affidabili ed efficienti le soluzioni di security, caratterizzate oggi dalla possibilità di raccogliere grandi quantità di dati provenienti dai sistemi di videosorveglianza e controllo accessi più evoluti.

Accanto a sistemi “invisibili”, poi, si sono fatti spazio i droni, un vero e proprio “mondo”, a cui SICUREZZA ha dedicato lo spazio SICUREZZA Drone Expo, che ormai non riguarda solo alcuni utilizzi eccezionali, ma rappresenta un’attività di supporto a tutte le missioni complesse di soccorso o monitoraggio a cui partecipano le Forze dell’Ordine o le Forze Armate.